PRESENTAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE INCISORI ITALIANI

L’Associazione Nazionale Incisori Italiani nasce nel 1999 a Vigonza (Padova) per iniziativa di un gruppo di artisti, estimatori, collezionisti con l’intento di promuovere la diffusione e la conoscenza della grafica d’arte originale.

L’Associazione è aperta a tutti: Incisori, Simpatizzanti e Sostenitori

L’adesione all’Associazione non comporta doveri, ma offre alcune opportunità, tra cui la partecipazione gratuita alla collettiva annuale che si tiene nei mesi di novembre-dicembre, nel Castello dei Da Peraga, con il Patrocinio del Comune di Vigonza.

Durante la rassegna, i visitatori interessati all’acquisto delle incisioni esposte vengono invitati a contattare direttamente gli autori, perché la mostra non è finalizzata alla vendita di stampe, ma solo alla promozione degli artisti e della grafica d’arte.

Nel periodo della manifestazione, in giorni e orari concordati, si svolgono visite guidate gratuite per gruppi e per scolaresche e corsi dimostrazioni di come si realizza un’incisione all’acquaforte.

Per favorire la diffusione della grafica, ogni giorno dell’esposizione viene donata un’incisione ad uno dei visitatori estratto a sorte. Le opere offerte sono inviate dai soci.

La locandina della collettiva, contenente nominativi e indirizzi dei soci, è pubblicata su riviste d’arte.

La quota sociale annua è di 45 euro.

Ogni Socio riceve la tessera sociale e la scheda personale di adesione alle varie iniziative previste durante l’anno in corso e ad alcune opportunità ( nomina del Socio dell’Annoe/o del Socio Onorario, pubblicità on line, allestimento di mostre personali e collettive, partecipazione a forme pubblicitarie, inserimento nel sito associativo alla voce “Artisti” con dati e opere, pubblicità su Facebook, mostra personale on-line e altro).

 

L’Associazione è estranea a qualsiasi forma di lucro e non stampa per conto terzi.

Durante la Collettiva una sala espositiva è riservata alle opere di un Socio

L’Associazione indice annualmente QUATTRO concorsi di grafica d’arte:

1) “PRIMO PREMIO GRAFICA ITALIANA” (10 gennaio-28 febbraio), rivolto a TUTTI GLI INCISORI.

Ciò che contraddistingue questo concorso è l’assenza di vincoli che possano limitare le modalità di partecipazione. Una saletta della mostra annuale è riservata al vincitore.

Vincitori ex aequo:

2007 SCARAMELLA Gaia TINTI Graziano
2008 DE MARTIN Angelo LONGO Veronica
2009 DE MARINIS Fausto LUCIDI Fabrizia
2010 GRITTI Calisto CARAVELLA Luciana
2011 MERLO Luigi BISOTTI Laura
2012 LATERZA Lia VIGOLO Giuseppe
2013 CHIBA Akiko VERNA Gianni
2014 PAWLUS Natalia AIME Timo
2015 GALLEGO Alicia BRUNO Agato

Tutte le opere selezionate, corredate da didascalie e dati dei Concorrenti, sono visionabili nel sito.

 

2) “PRIMO PREMIO STUDENTI GRAFICA ITALIANA” (10 febbraio – 15 aprile), rivolto a TUTTI GLI STUDENTI di Accademie, Licei Artistici, Istituti d’Arte, Scuole di Grafica, altre Scuole e Associazioni di Grafica.

 

Vincitori ex aequo:

2013 Jennifer CUSINATO Alessandro FOGO
2014 Letizia ZERBINI Nicholas PERRA
2015 Irene PESSINO Vejune PAKENAITE

Tutte le opere selezionate, corredate da didascalie e dati dei Concorrenti, sono visionabili nel sito.

 

3) “PRIMO PREMIO EX LIBRIS GRAFICA ITALIANA” (10 giugno – 20 luglio), rivolto a tutti gli Incisori che realizzano EX LIBRIS.

 

Vincitori ex aequo:

2013 Milvia BORTOLUZZI Maria Rosaria PERRELLA
2014 Lanfranco LANARI Marcela MIRANDA
2015 Derek Michael BESANT (Canada) Man ZHUANG (Giappone)

Tutte le opere selezionate, corredate da didascalie e dati dei Concorrenti, sono visionabili nel sito.

 

4) “PRIMO PREMIO LIBRO D’ARTISTA GRAFICA ITALIANA” ( 2 settembre – 15 ottobre), rivolto a tutti gli Incisori che realizzano LIBRI D’ARTISTA.

Vincitori ex aequo:

Premio speciale: Laura BERTAZZONI

2013 Laura BERTAZZONI Massimo SCIFONI
2014 Paola PARISI Victoria SEMYKINA
2015 Rita DEMATTIO Claudia STENDARDI

Tutte le opere selezionate, corredate da didascalie e dati dei Concorrenti, sono visionabili nel sito.

Su Facebook si può visitare la pagina “Associazione Nazionale Incisori Italiani” dove vengono pubblicate le opere dei Soci

Sin dal 1999 l’Associazione ha raccolto le incisioni donate dai Soci nel Museo della Grafica Italiana Contemporanea, allestito negli spazi pubblici messi a disposizione dal Comune di Vigonza.

Sono stati nominati “SOCIO DELL’ANNO”

2001 CAIS Maria Nives
2002 CANGEMI Andrea
2003 SEBASTE Salvatore
2004 TOCCACIELI Luigi
2005 FINOCCHIARO Pino
2006 ROSI Daniela
2007 DE MATTIA Renata
2008 PERRELLA Maria R.
BRANCACCIO Gianluigi
2011 LOSCIALPO Arianna
2012 COLI Lolita Donatella
2013 DE FRANCESCHI Sonia
2014 TIBONI Fernando
2015 ECCHIOTTI Luciana
GIORDANO Paola

Sono stati nominati “SOCI ONORARI”

1999 ARMELLIN Sabrina
2001 BRESOLIN Dalma
2006 TREGAMBE Girolamo
2007 UGHES Annamaria
2012 TURTURICI Dino
2014 BERNARDO Rosita
2015 MIATTO Paolo

Il catalogo “INCISORI ITALIANI CONTEMPORANEI 2011” è stato distribuito il 26 novembre 2011 in occasione dell’inaugurazione della collettiva “ARTE GRAFICA ITALIANA 2011”. E’ un testo in bianco e nero, costituito da 488 pagine, nel quale ogni artista, su sei facciate, è rappresentato da altrettante incisioni. Questa pubblicazione ha una impostazione simile alla precedente e propone le riflessioni sul tema – i concorsi di grafica – espresse dagli Incisori Italiani Vitaliano Angelino, Maria Grazia Renier, Arianna Loscialpo, Bruno Missieri, Graziella Nucci, Giuseppe Aliprandi, Giuseppina Lesa, Carlo Iacomucci, Milvia Bortoluzzi, Sonia De Franceschi, Claudia Asoli e Veronica Longo. Il catalogo presenta anche le opere del concorso PRIMO PREMIO GRAFICA ITALIANA 2011, con didascalia e indirizzo dell’artista, e quelle dei vincitori delle varie edizioni.

E’ in fase di realizzazione il nuovo catalogo “INCISORI ITALIANI CONTEMPORANEI 2015”, in cui verranno riportate anche opere a colori. Si accettano prenotazioni.

Estimatori della grafica d’arte originale hanno costituito il gruppo “AMICI DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE INCISORI ITALIANI”, cui possono aderire tutti i simpatizzanti e sostenitori.

A richiesta, via e-mail, informazioni periodiche sulle attività dell’Associazione

Chi desidera essere inserito, gratuitamente e senza alcun obbligo nel sito dell’Associazione, alla voce “INDIRIZZI INCISORI ITALIANI”, comunichi i propri dati compilando la scheda.

Il Presidente
Francesco Anacreonte

Castello dei Da Peraga: prima sala espositiva

Se si collabora a una Associazione, si dona il proprio tempo ad un gruppo di persone e attraverso di esse alla società.”

Alain Caillè

Annunci
Pubblicato in Senza categoria

VERNÌ GIOVANNI

Roma – 29.3.1960
Via Del Casale Santarelli, 40/A – 00118 Roma
Tel. 06.87905526 – 348.8520335
arte@gianniverni.itVernì Giovanni
www.gianniverni.it

Incisore, pittore. Pratica l’attività calcografica dal 2008, prediligendo prevalentemente le tecniche dell’acquaforte, acquatinta e ceramolle. Ha realizzato 15 matrici, mediamente 8 all’anno. Stampa in proprio. Dal 2008 ha partecipato a 12 collettive.

“Anche se la frequentazione con l’incisione è cosa piuttosto recente, lo stesso non si può dire del disegno e della pittura, che coltivo da sempre, specialmente il disegno a china che mi ha portato inesorabilmente alla pratica dell’acquaforte. Nei vari trascorsi artistici ho anche approfondito la rappresentazione iconografica bizantina, applicando le tecniche classiche della tempera all’uovo, attraverso tutte le fasi dalla preparazione della tavola all’opera finita. Nelle incisioni la rappresentazione attraversa paesaggi e scorci di paese come espressione dei luoghi del quotidiano, nelle strade, nei vicoli dove si svolge la vita della gente, ma senza la gente. Quello che rimane dei posti che testimoniano il vissuto, il passato, e fanno da prologo per le storie del futuro. Particolari architettonici, oggetti d’uso comune che caratterizzano il luogo e la cultura nell’immagine. Gli alberi e la natura sono un altro tema a me caro come espressione della forza silenziosa del mondo, che mostra tanto quanto nasconde, come è il mistero della vita stessa.”

Giovanni Vernì

 

Pubblicato in Artisti

VERDI VANNA

Padova – 3.06.1940
Piazza delle Erbe, 8 – 35122 Padova
Tel. 049.8753245Verdi Vanna
vanna.verdi@alice.it

Incisore. Pratica l’attività calcografica dal 2001, prediligendo prevalentemente le tecniche dell’acquaforte, acquatinta e xilografia. Ha realizzato 102 matrici, mediamente 10/15 all’anno. Stampa in proprio. Dal 2001 ha partecipato a 35 collettive.

 

“…Immagini dotate di tratti specificatamente propri e di individuale innata Essenza, che disegnando, l’artista personalizza ovvero patina di singolare brio e vivezza, in perfetto accordo con le particolari sensazioni personali del momento, dell’io intimo. Immagini a cui riesce a conferire ogni volta puntualmente plasticità e vibrazione, luminescenza e nitore…”

Paolo Tieto

Pubblicato in Artisti

VALERI CAMILLO

Sulmona (AQ) – 23.11.1948
Via Santa Lucia Filippini, 12 – 67039 Sulmona (AQ)
Tel. 0864.32916 – 338.3515014
gabriele_valeri@katamail.comValeri Camillo

Incisore e pittore. Pratica l’attività calcografica dal 1978, prediligendo prevalentemente le tecniche dell’acquaforte, acquatinta, linoleografia. Ha realizzato 80 matrici, mediamente 5 all’anno. Stampa in proprio. Dal 1972 ha allestito 6 personali e partecipato a numerose collettive.

“Nel 1969 mi recai per qualche giorno a Firenze, all’epoca avevo intrapreso un lavoro che nulla aveva a che vedere con l’arte verso la quale già nutrivo interesse e mostravo predisposizione. In una libreria fui attratto dalla copertina di un volume, era in un cesto di vimini assieme ad altri di vario genere offerti a poche lire, si trattava di “Maestri Incisori” di A. Petrucci (Istituto Geografico De Agostini – 1953); avendo scarsissime informazioni sull’argomento lo acquistai solo per curiosità. Le stampe ivi riprodotte (dal 1400 al 1700), assieme alle illuminanti note dell’autore del libro, mi colpirono profondamente ed ebbi da subito la convinzione che l’incisione fosse la tecnica di espressione artistica a me congeniale. Seguirono anni di studio e di tentativi prima da autodidatta, poi frequentando un corso di incisione a Venezia. Oggi pratico l’acquaforte in maniera assidua nel mio laboratorio calcografico: tuttavia, ogni volta che mi accingo a preparare, incidere e stampare una lastra, provo lo stesso senso di stupore che ebbi sfogliando quel libro, sensazione che permane da circa quarant’anni.”

Camillo Valeri

Pubblicato in Artisti

UGHES ANNA MARIA

Prato (Pistoia) – 1.11.1925
Via Pio Rajna, 25 – 50135 FirenzeUghes Anna Maria
Tel. 055.6540359

Incisore e pittrice. Pratica l’attività calcografica dal 1987, prediligendo l’acquaforte e l’acquatinta. Ha realizzato 40 matrici, mediamente 3/5 all’anno. Stampa in proprio. Dal 1987 ha partecipato a 17 collettive.

“Le opere grafiche che Anna Maria Ughes presenta sono una parte coerente e significativa della sua ampia esperienza artistica che ha trovato espressione nella pittura ad olio, nel disegno, nel modellato oltre che nell’incisione. I paesaggi ritornano come motivi costanti nella sua arte, comunicando la profondità dello sguardo e l’intimo coinvolgimento nella contemplazione degli spazi aperti. Le sue lastre incise da segni ora sottili e morbidi, ora incupite e approfondite dall’acido imprimono sulla carta le immagini di luoghi visti realmente, ma filtrati dalla memoria e associati a riflessioni e ad intuizioni che invitano a guardare oltre. Casolari, sentieri innevati, tronchi imbiancati dalla luce emergono tra le linee d’ombra e sono offerti a chi guarda come il ricomporsi dei pensieri in una sosta durante una lunga passeggiata a piedi.”

C. Taddei

Pubblicato in Artisti

TREVISAN TERENZIO

San Donà di Piave (Ve) – 26.8.1951
Via Piavon, 1 – 30027 San Donà di Piave (Ve)Trevisan Terenzio
Tel. 0421.316067

Incisore e pittore. Pratica l’attività calcografica dal 1977 ed opera prevalentemente con le tecniche della acquaforte, acquatinta e puntasecca. Ha realizzato numerose matrici. Stampa in proprio. Dal 1986 ha allestito diverse personali e collettive.

“Terenzio Trevisan guarda all’incisione come a uno strumento su cui misurare la propria esperienza del mondo, ma contemporaneamente piega questa tecnica particolare alle esigenze della sua indagine sul mondo. Per mezzo dell’incisione, il racconto della realtà, o ancor meglio, di una surrealtà o realtà metaforica del soggetto, si fa più ricco di significati e variegato perché, per dirla con le parole stesse dell’artista, «questo mezzo espressivo offre un’occasione in più per aprire porte su mondi misteriosi» che si intersecano in ciò che vediamo. Qualcosa di «intrigante» di strano e inquietante si fa strada. Talvolta, nel bel mezzo della realizzazione di un dipinto, l’artista sente la necessità di indagarne un dettaglio, di approfondire l’analisi e la trama di un particolare. Ecco allora giungere in soccorso l’incisione, come procedimento in grado di andare ancor più in profondità nello studio del tema in questione, proprio grazie alla tridimensionalità e, quasi, scavo, ferita, metaforica apertura del segno incisorio. In questi casi si crea un controcanto tra il dipinto (o il disegno) che l’artista va realizzando e l’incisione; contrappunto che permette di vedere sotto un altro aspetto o da un’altra angolatura ciò che si sta facendo, oppure permette di realizzare un’idea nuova, un nuovo gioco metafisico, emerso inaspettatamente nella realizzazione del dipinto, ma che non è possibile in esso realizzare. Se aveva ragione Baudelaire a dire che la natura è una foresta di simboli, a poco a poco anche l’opera dell’artista diventa una fitta trama di segni, quella rete e tessitura di relazioni in cui ogni oggetto rappresentato si lega agli altri grazie a profonde e meditate valenze poetiche.”

Paolo Frasson

 

Pubblicato in Artisti

TREGAMBE GIROLAMO

Brescia – 14.7.1937
Via San Nicola, 48 – 25080 Botticino Mattina (BS)Tregambe Girolamo
Tel. 030.2691688

Incisore. Pratica l’attività calcografica dal 1986 ed opera con la tecnica dell’acquaforte. Ha realizzato 140 matrici. Stampa presso la Stamperia Linati di Milano e presso la Stamperia Scotti di Fornovo San Giovanni (BG). Dal 1992 ha allestito 15 personali e partecipato a 14 collettive.

“Ci vogliono tutti i sensi per determinare concretamente il vissuto. Per questo il percorso figurativo di Tregambe oscilla tra la sofferenza del gesto pacato e l’immortalità dell’immagine che da quel gesto scaturisce […]. Il tempo della lettura è lungo ed impegnato. Si distinguono anche le minime dimensioni, misure, esistenze, che il Novecento ci ha insegnato a cogliere come qualcosa di metafisico. Qui il tempo, che invece ritorna sulla sua superba presenza, diviene spettatore di una stagione che fissa i presupposti di una costante trasformazione. Non esiste nell’opera di Tregambe l’età dell’uomo. Non vi è inclusa figura che possa determinare una seppur minima proporzione con il mondo della natura. Il tempo, nell’opera incisa di Tregambe, diviene il lavoro e l’abbandono dei luoghi. Distanza intesa come principio di avvicinamento.”

Marcello Riccioni

Pubblicato in Artisti

TRAMONTANO NADIA

Nocera Inferiore 31.12.1986
Viale Croce, 112 – 84015 Nocera Superiore (SA)
Tel. 081934631 – Cell. 3289262001TRAMONTANO Nadia
dia_1986@hotmail.it

E’ incisore, pittrice, ceramista e fotografa. Pratica l’attività calcografica dal 2006. Predilige le tecniche dell’acquaforte, acquatinta, puntasecca e bulino. Ha realizzato 50 matrici, mediamente 6 lastre all’anno. Stampa in proprio. Dal 2011 ha allestito 2 personali e partecipato a 14 collettive.

“Tutto inizia con delle briciole di pane…” potrebbero essere queste le parole più adatte per raccontare come prendono forma le opere della giovane artista campana Nadia Tramontano. Nei suoi lavori si concretizza un universo fantastico, irreale, multiforme ma allo stesso tempo vivo e pulsante, ricco di sfumature. In ogni incisione Nadia conduce l’osservatore a riflettere sulla propria condizione di vita, piccolissima “briciola” se messa a confronto con l’universo infinito. Dinamiche trasparenze, intrecci di pianeti, stelle e astri sono il marchio della sua arte che è arricchita e sublimata da una giocosa alternanza di vivaci colori. Formatasi all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, Nadia con zelo e dedizione apprende molto presto le numerose tecniche d’incisione, prediligendo quelle calcografiche ed elegge a sua favorita l’acquaforte, che ne enfatizza il tratto sottile e minuzioso. Ogni sua opera è il frutto di un attento studio e di una profonda introspezione. La sua è un’arte che nasce dalle piccole cose, che prende spunto dal quotidiano: un quotidiano “minuscolo” che nei suoi lavori si trasfigura divenendo pura poesia. Delle briciole di pane, una macchia, il fondo di una tazza di caffelatte, sono per Nadia la più grande ed entusiasmante fonte d’ispirazione che, trasferita sulle matrici in rame ed enfatizzata dal sapiente e ardito uso del colore, esplode in una fantasmagoria cromatica a cui difficilmente si può rimanere indifferenti e dove l’emozione prende il sopravvento. L’estro creativo della Tramontano non conosce soste e il suo curriculum va sempre più arricchendosi di nuove esperienze; tra le ultime si ricorda la realizzazione della stampa “Apollo nella rete” utilizzata per la riapertura del Museo Archeologico di Salerno nel febbraio 2013 che raffigura la testa del dio mitico Apollo circondato dagli immancabili astri.

Roberta Verde

 

Pubblicato in Artisti